Fondotinta: cos’è e come applicarlo nel makeup

0

Molte donne tendono erroneamente a pensare che il make up del viso sia unicamente costituito dal trucco occhi e dal trucco labbra. Nulla di più errato, visto che, come in tutte le cose, anche per il trucco una corretta base rappresenta quell’elemento fondamentale che può fare la differenza: riuscire ad ottenere un colore uniforme e liscio dell’incarnato, esattamente corrispondente a quello della propria pelle, è condizioni necessaria per dare luminosità all’intero viso, esaltando le particolarità come lo sguardo e le labbra. Proprio per questo motivo un cosmetico come il fondotinta riveste un’importanza cruciale ed è fondamentale riuscire a sceglierlo ed applicarlo in maniera idonea.

Cosa è e le caratteristiche di base

Il fondotinta è un cosmetico costituito da un’emulsione in cui sono dispersi pigmenti colorati in percentuale più o meno accentuata. Il suo scopo principale è quello di nascondere eventuali imperfezioni presenti sull’epidermide del viso, rendendo la pelle del volto più uniforme, compatta e luminosa.

In commercio esistono innumerevoli tipi e marchi di prodotto, qualitativamente più o meno validi: come possiamo orientarci in questo labirinto di cosmetici e come è possibile scegliere il fondotinta più adatto a noi e al nostro tipo di pelle?

Cominciamo col dire che i criteri che devono guidarci nella scelta di un fondotinta sono sostanzialmente due:

  1. Il colore,
  2. La consistenza.

Per quanto riguarda il colore, se vogliamo ottenere un effetto davvero naturale, evitando colori troppo scuri che danno un effetto maschera o ci invecchiano di diversi anni ed evitando colori troppo chiari che ci farebbero apparire pallidine e malaticce, dobbiamo trovare il colore più simile al nostro incarnato. La nostra pelle appare, in genere, con una colorazione tendente al giallo o al rosa, per questo la scelta del giusto colore di fondotinta tenderà ad accentuare le nuances naturali della nostra pelle, esaltandone i punti di forza.

Consigli pratici

Al di là degli aspetti puramente teorici, per effettuare la giusta scelta occorre seguire con attenzione una piccola prova pratica, stendendo un po’ di fondotinta sul dorso della nostra mano o nella zona della mascella più vicina al collo. Dopo averlo steso con attenzione, il prodotto che risulterà cromaticamente più simile alla nostra carnagione sarà quello più adatto a noi e da acquistare. Naturalmente è preferibile effettuare la prova sulla pelle non abbronzata per non falsare il risultato ottenuto.

Per ciò che riguarda la consistenza del prodotto, possiamo dire che il potere coprente di un fondotinta vengono determinati dalla quantità di pigmenti colorati in esso presenti. In base a tale classificazione esistono tre tipi fondamentali di fondotinta:

  • Fluidi,
  • Cremosi,
  • Compatti.

Ognuno di questi prodotti presenta una texture differente e, per questo motivo, si adatta a determinati tipi di pelle, piuttosto che ad altri. Quanto più aumenta la consistenza e l’effetto matte e tanto più il prodotto diventerà adatto a pelli mano a mano più grasse. I fondotinta fluidi saranno, quindi, più idonei a pelli normali o secche che, necessitano, cioè, di una maggiore e costante idratazione. Un fondotinta dalla texture cremosa o compatta si adatta, invece, principalmente per pelli normali o grasse, visto che non accentuano ma smorzano il fastidioso effetto lucido tipico delle pelli grasse.

Ad ognuna, quindi, il suo fondotinta per armonizzare i lineamenti ed il colorito del proprio volto, esaltandone la naturale luminosità.

Lascia un commento

Inserisci il tuo commento!
Inserisci il tuo nome qui