Linfonodi inguinali ingrossati: quali sono le cause e i rischi

I linfonodi inguinali sono posizionati nell’interno coscia, ossia nell’inguine. Più precisamente, al di sotto del legamento inguinale. Si distinguono in superficiali e profondi.

In quest’articolo vedremo più specificamente cosa sono i linfonodi inguinali, a cosa servono i linfonodi inguinali, cosa significa se i linfonodi inguinali fanno male o sono ingrossati.

Linfonodi inguinali cosa sono

Cosa sono i linfonodi inguinali? Si tratta di piccoli organi paragonabili a filtri biologici con lo scopo di intercettare prima e poi distruggere germi e agenti patogeni estranei presenti nella linfa.

Sono posizionati precisamente nella banda di tessuto connettivo che va dal tubercolo publico del pube alla spina iliaca anteriore superiore dell’osso dell’ilio.

A cosa servono

A cosa servono i linfonodi inguinali? Sono organi con la funzione importante di raccogliere ed eliminare le sostanze di rifiuto presenti nei tessuti. Allo scopo di ovviare all’eventuale dannoso accumulo di fluidi.

In certe situazioni, soddisfano anche la funzione di contenere le cellule del sistema immunitario. Vale a dire i cosiddetti linfociti B e T.

I linfonodi inguinali posizionati in superficie servono ad accogliere la linfa proveniente dai vasi linfatici delle presenti aree dell’organismo

  • perineo
  • natiche
  • parete addominale
  • schiena bassa
  • apparato genitale
  • ano,
  • coscia
  • parte centrale della gamba

I linfonodi posizionati in superficie trasmettono la linfa a quelli che si trovano in profondità. Questi ultimi hanno anche il compito di raccogliere la sostanza che proviene dalla parte bassa delle gambe, dal clitoride e dal pene.

Infine, i linfonodi profondi trasmettono la linfa a quelli iliaci esterni, i pelvici e i paraortici.

Cos’è la linfa? Si tratta di un fluido derivante dal sangue. Può avere colore giallo, bianco o trasparente. Contiene zuccheri, proteine, lipidi, sali, amminoacidi, vitamine, ormoni, globuli bianchi ed altre sostanze.

Linfonodi inguinali ingrossati: cosa significa

Cosa significa quando i linfonodi inguinali sono ingrossati? In genere, indicano un problema fisico più o meno grave. Ossia, sono spia delle seguenti problematiche:

  • infezione
  • tumore
  • uso continuo di farmaci
  • reazione a vaccini
  • altri tipi di malattie

Solitamente, i linfonodi superficiali sono facilmente palpabili e si intravede facilmente un ingrossamento a vista o al tatto. Meglio comunque rivolgersi al proprio medico di famiglia in caso di sospette anomalie. Senza però subito allarmarsi. Talvolta, infatti, può trattarsi di semplice affaticamento. Ma non bisogna commettere l’errore di sottovalutare il problema.

Rischi

Quali sono i rischi che comporta avere linfonodi inguinali ingrossati? Dipende dalla causa scatenante.

In caso di infezioni, può trattarsi di una malattia sessualmente trasmissibile, come:

  • gonorrea
  • sifilide
  • linfogranuloma venereo
  • herpes genitale
  • cancroide

Ma può trattarsi anche di infezioni di tipo virale. Si pensi a orchite, mononucleosi e altre malattie infettive. O anche infezioni batteriche e la toxoplasmosi, malattia asintomatica che può rivelarsi pericolosa nei soggetti che hanno un sistema immunitario fragile.

Infine, i linfonodi superficiali possono essere anche causati dalla peste bubbonica (Yersinia pestis). Se la peste bubbonica è stata da tempo debellata in Occidente, è ancora presente in alcuni paesi asiatici ed africani. Trasmessa dal morso di roditori o se vengono mangiati. Pratica ancora diffusa in alcuni angoli del Mondo.

Alcune forme tumorali pure comportano l’ingrossamento dei linfonodi inguinali. Come leucemie, linfomi, tumori agli organi pelvici. Ed infine i melanomi, tumori maligni alla pelle, che assumono la forma di nei deformi e dal colore molto scuro.

La somministrazione dei farmaci può anche comportare questo problema. Come quelli per curare:

  • gotta
  • allopurinolo
  • epilessia
  • fenitoina
  • carbamazepina
  • infezioni batteriche
  • malaria
  • sulfamidici

Pure la somministrazione di vaccini può avere come effetto collaterale l’ingrossamento dei linfonodi inguinali. In particolare, quelli per curare:

  • rosolia
  • parotite
  • morbillo
  • tifo

Infine, nel novero delle cause possibili di ingrossamento dei linfonodi superficiali troviamo, specie se in stato avanzato:

  • artrite reumatoide
  • lupus eritematoso sistemico
  • sarcoidosi

Cause Linfonodi inguinali ingrossati nei bambini

Nei bambini, potrebbe invece essere una conseguenza della linfadenite. Ovvero, l’infiammazione di una linfoghiandola. La causa possono essere virus e batteri, penetrati nei vasi linfatici in seguito ad alterazione della pelle, delle mucose o dei vari tessuti. I quali arrivano a superare i poteri difensivi delle linfoghiandole stesse.

La linfadenite può anche provocare febbre alta, almeno che non si tratti di un fenomeno cronico.

Si rende utile una ecografia delle linfoghiandole ingrandite, al fine di capire se si tratti di linfadenite o localizzazioni linfonodali di neoplasie.

Cure

Come si curano i linfonodi inguinali? Dipende dalla causa sottostante. Ogni causa richiede una cura diversa.

Rivolgersi al proprio medico per intraprendere un percorso atto alla risoluzione del problema.

Autrice di saggi e articoli, si occupa di fashion e make up.