Dermatite nei bambini: sintomi, cause e cure

0
dermatite

La dermatite nei bambini è molto più frequente di quanto si pensi. Ecco cause, rimedi e soluzioni per fronteggiare questo problema.

Sintomi

I sintomi della dermatite nei bambini sono, purtroppo, molto riconoscibili. Il bambino:

  • Inizia a grattarsi ovunque. Purtroppo, questa malattia può colpire in qualsiasi punto.
  • Cominciano a comparire delle bolle bianche sul viso e delle vesciche senza apparente motivo.
  • Il bambino soffre di bruciore e di irritazione dopo aver grattato le zone colpite, ma non riesce a fermarsi.
  • La pelle si desquama come se stesse riprendendosi da un’abbronzatura anche in inverno inoltrato.

Spesso, alla dermatite si accompagnano anche forme di allergia.

Cause

Le cause ancora sono sconosciute. Si pensa, comunque, che sia un mix tra allergia, precedenti in famiglia e anche delle sollecitazioni che il sistema immunitario del bambino, fragile e in costruzione, non sempre riesce sempre a combattere. Quindi, la “soluzione” per il sistema immunitario è avere una reazione esagerata e quasi controproducente per l’organismo. La dermatite, appunto.

Cure e rimedi

Purtroppo, al momento non ci sono cure che eliminano definitivamente il problema. Si può solo curare la zona trattata e sperare che la malattia perda forza. Anche se temporaneamente sconfitta, la malattia tende a ripresentarsi in un secondo momento, anche con maggior forza, in un altro punto precedentemente non colpito.

La prima cosa da fare è cambiare i detergenti con cui si lava il bambino. Devono essere sempre prodotti delicati e protettivi, di farmacia. In più, il bambino atopico non può usare profumi o sostanze con un profumo molto forte. in più, anche i vestiti devono cambiare. I bambini devono cambiarsi spesso e avere sempre qualcosa di leggero sotto agli abiti, sia in estate che in inverno.

In questo modo, si evita il fenomeno della dermatite da contatto. Il bambino può esporsi al sole in estate, evitando le ore più calde. Per le zone interessate, ci sono le creme da usare subito dopo la doccia. In qualche caso, c’è l’esigenza di utilizzare pillole specifiche e cortisone.

Come riconoscere

Il riconoscimento della dermatite nei bambini è semplice. Se il bambino si gratta troppo spesso, sanguina in alcuni punti e compaiono le vesciche e le bolle, significa che c’è la dermatite in atto. Per sicurezza, visto che nei bambini può verificarsi anche la psoriasi, è bene chiamare il medico di famiglia e successivamente anche un dermatologo specialista.

In caso di dermatite legata a forme di allergia, si consiglia anche una visita dall’allergologo per stare tranquilla. Le attenzioni, purtroppo, devono esserci tutta la vita, ma si spera che, con il tempo, si trovi una soluzione valida. La dermatite coinvolge, nel mondo occidentale 3 bambini su 10.

Consigli utili

I primi consigli sono di non aspettare all’arrivo dei primi sintomi e avvisare subito se ci sono stati precedenti in famiglia. In più, è necessario seguire assolutamente la terapia. Altrimenti, i sintomi si ripresentano più gravi di prima e le infezioni aumentano tanto da creare delle piaghe giallastre soprattutto in testa.

Usare detergenti specifici è un sollievo per il bambino, che dovrà essere educato a volersi bene e a prendersi cura di sé in qualsiasi momento.

Lascia un commento

Inserisci il tuo commento!
Inserisci il tuo nome qui