Poppata notturna: come evitarla

0
poppata notturna

La poppata notturna ti crea disagio? Il bimbo comincia a crescere e deve imparare come organizzarsi con il sonno/veglia? Bene: in questa guida diamo dei consigli pratici alle mamme che si trovano in questa situazione.

Bimbi e bimbi

La poppata notturna dipende dai bimbi. Ci sono bimbi che dormono più che mangiare e ci sono bimbi scatenati, che mangiano più spesso e che, per questo, hanno delle coliche e si svegliano la notte. La prima cosa da fare è mantenere la calma per quanto possibile, la seconda è non abbattersi, perché alla fine riuscirai nel tuo intento di eliminare la poppata notturna. Prima di tutto, controlla il peso del bambino. Ci sono bambini che arrivano a un peso di 7/8 chili in poco tempo, mentre ci sono neonati che ci arrivano solo trascorso qualche mese di vita.

In generale, se il peso aumenta, il bimbo inizia a formarsi e “dovrebbe” non aver più bisogno di “disturbare” la notte. Ci sono anche bimbi che, nonostante ci sia il peso giusto, proprio non riescono a dormire, svegliando comunque i genitori. Ecco qualche consiglio utile per affrontare queste situazioni.

Dare da mangiare al bambino

Detta così, sembra un po’ assurda, ma pensaci. I più piccoli chiedono la poppata notturna solo se hanno fame. Ne consegue che si possono trovare strategie per dare il giusto apporto al bambino di giorno, per evitare che si svegli la notte. Un segreto è di dare da mangiare al bambino la sera un po’ più tardi rispetto al solito. Così, dovrebbe avere la pancia piena.

Insegnare al bimbo a stare sveglio di giorno

Per insegnare al bimbo a restare sveglio di giorno, ci sono diversi metodi. Prima di tutto, il cucciolo deve comunque fare il suo pisolino pomeridiano, ma possiamo evitare che questo diventi troppo lungo. Se parliamo di bimbi di 3 mesi che dormono più di 4 ore il pomeriggio, è normale che i nenonati poi siano svegli la notte. Quindi, meglio ridurre di una mezz’ora la dormita pomeridiana. Al mattino, puoi tenere sveglio il tuo cucciolo facendolo giocare. Quando è troppo stanco, verifica il tempo della ninna pomeridiana. Così, durante la notte, sarà troppo stanco per alzarsi e, poco alla volta, imparerà che quando è buio si dorme, mentre quando c’è il sole è bene stare svegli e fare tante cose belle.

Stimolare la sua creatività

Dai al tuo bambino sempre qualcosa di nuovo da fare. In questo modo, la stanchezza non si farà sentire per un bel po’ e il cucciolo non ci farà caso. Quando poi sarà troppo stanco e vorrà dormire, sarà già buio e anche mamma e papà potranno riposare un attimo tranquilli.

Camomilla e latte con miele

Se il bimbo non ne vuole sapere comunque di dormire, puoi usare sia la camomilla, sia il latte tiepido con l’aggiunta di un po’ di miele dolce. In questo modo, il cucciolo se ne andrà lentamente al sonno. Anche un bagnetto caldo prima della ninna aiuta i neonati ad addormentarsi. Puoi dire così addio alla poppata notturna!

Lascia un commento

Inserisci il tuo commento!
Inserisci il tuo nome qui