Come proteggere i bambini dalle punture di insetto

0
proteggere i bambini dalle punture di insetto

Per proteggere i bambini dalle punture di insetto in estate basta un attimo. Ecco come allontanare gli insetti dal tuo bimbo!

Cosa non può mancare

I bambini sono più soggetti alle punture di insetto. Zanzare, calabroni, api possono essere molto pericolosi, soprattutto durante la stagione estiva. Questi animali colpiscono sia di giorno che di notte, creando anche infezioni e pericolose bolle.

Hai due modi per proteggere il tuo bambino: migliorare l’ambiente intorno per evitare che le zanzare infestino la casa e utilizzare prodotti naturali repellenti che permettano al tuo bambino di stare bene senza punture.

Ovviamente, il clima è quello, quindi, qualche puntura può sempre accadere. A fine articolo troverai dei consigli su come agire in caso di emergenza.

In casa

In casa, è importante creare un ambiente ostile agli insetti. Puoi proteggere i bambini dalle punture di insetto con una zanzariera molto fitta. In questo modo, eviterai che i pappataci possano infiltrarsi, soprattutto se hai animali in casa.

Cerca di buttare subito l’immondizia e non creare un ambiente umido. I rifiuti biologici e l’acqua putrida attirano molto questi animali.

La pulizia deve essere costante in casa e per gli abiti che il bambino indossa. La lavatrice va fatta di frequente, considerato anche che i capi asciugano in un attimo. Oltre alla casa, i capi di abbigliamento possono essere inumiditi con un po’ di repellente spray.

Dovresti evitare di usare il repellente sulle mani del bambino. Il piccolo, mettendo le mani sul viso, potrebbe farsi male.

In giro

Quando si va in giro, se il piccolo va in carrozzina, si possono usare delle tendine leggere. Purtroppo, quando si è in spiaggia o al parco, può succedere che ci siano delle zanzare in giro.

I repellenti per bambini sono pensati per allontanare le zanzare rispettando la loro pelle. Abiti traspiranti fanno il resto, facendo sentire il bambino libero di giocare e di divertirsi.

Consigli

Cosa fare se il bambino viene punto? In caso di zanzare, è importante evitare che il bambino si gratti. Se lo fa, si può comunque mettere del ghiaccio e passare poi a una crema contro le punture.

Dovresti portarla sempre con te, per evitare che il braccio si possa gonfiare. Se si tratta di insetti che, invece, rilasciano il pungiglione, bisogna stare molto attenti.

Il pungiglione va rimosso con un ago sterile o, alla peggio, con le mani ben pulite. La cosa importante è applicare subito acqua e ghiaccio dopo aver rimosso il pungiglione, per ridurre il dolore.

Alla fine, puoi usare una crema. Per prevenire, cerca di passare dal pediatra, che ti darà tutte le informazioni sulle creme migliori e ti dirà cosa devi fare se il bimbo viene punto.

Se puoi, cerca di evitare di mangiare all’aperto senza la dovuta protezione. In questo modo, potrai proteggere i bambini dalle punture di insetto evitando di attirare questi insetti pericolosi con il cibo.

L’estate è tempo di sole e di vacanze: allontana la minaccia degli insetti per godertela con il tuo bambino in spiaggia! I repellenti si trovano tranquillamente in farmacia.

Lascia un commento

Inserisci il tuo commento!
Inserisci il tuo nome qui