Fragole: 10 buoni motivi per cui iniziare a consumarle

0

Con l’arrivo della primavera consumare fragole è un ottimo modo e rimedio naturale per seguire una dieta ipocalorica, ricca di vitamine e oligominerali utili all’organismo umano.

Ricchissime di vitamina C, di composti antiossidanti, con azione antinfiammatoria e anti-tumorale, ecco di seguito i 10 buoni motivi per i quali è bene iniziare a consumare le fragole con gusto e moderazione.

Origini e caratteristiche delle fragole

Il nome scientifico di fragole deriva da Fragraria (dal latino fragrans (fragrante) e richiama le virtù dell’aroma intenso sprigionato dai suoi frutti.

Nate in Francia, le fragole vantano origini molto antiche: si pensi che fonti storiografiche fanno risalire la prima varietà coltivata agli inizi del Settecento.

Le fragole sono caratterizzate da un intenso profumo e un sapore dolce, vantano un colore rosso acceso e brillante e presentano un peduncolo di colore verde con un piccolo mazzetto di foglioline che deve essere rimosso prima di consumarle.

La sua superficie è ricoperta da numerosi puntini di colore giallo o marrone; le fragole appartengono alla famiglia delle Rosacee e prediligono come habitat le zone temperate dell’emisfero settentrionale, le Ande e alcune isole dell’emisfero australe. La fioritura della cultivar può avvenire in diverse stagioni, a seconda delle specie e delle varietà.

Proprietà nutrizionali fragole: 10 buoni motivi per consumarle

Oltre ad essere molto buone, fresche e dall’aspetto organolettico molto invitante, le fragole sono un frutto decisamente salutare.

Ricche di sostanze nutritive e di antiossidanti (come la vitamina C), le fragole apportano calcio, ferro e magnesio: sono indicate per chi soffre di reumatismi e malattie da raffreddamento, per combattere il colesterolo, le malattie cardiovascolari, infiammatorie, contro la gotta e aiutano a mantenere la fluidità del sangue.

Le fragole hanno un alto contenuto di fosforo e vantano proprietà lassative, diuretiche e depurative: ecco i 10 benefici derivanti dal consumo regolare di fragole.

  1. Rinforzano il sistema immunitario.

Essendo ricche di vitamine C, contribuiscono a proteggere il nostro corpo: Madelaine Edwards esperta nutrizionista di Toronto, suggerisce un consumo quotidiano di fragole. La Vitamina C non viene autoprodotta dai mammiferi, pertanto deve essere assunta con integratori o attraverso i cibi e gli alimenti.

Una porzione di fragole vanta 51,5 mg di vitamina C, circa la metà del fabbisogno giornaliero.

  1. Toccasana per gli occhi

Le proprietà antiossidanti della fragola rendono questo frutto particolarmente rilevante per prevenire le malattie oculari e la degenerazione maculare, oltre la cataratta, la protezione della cornea, della retina e inibisce l’offuscamento del cristallino dell’occhio.

I nostri occhi necessitano di un apporto costante di vitamina C che aiuta a proteggersi dai radicali liberi e dai raggi UV del sole.

  1. Prevenzione contro tumori e cancro

La vitamina C è uno degli antiossidanti più utili per la prevenzione del cancro, l’acido ellagico contenuto nelle fragole agisce sulla prevenzione della formazione di cellule maligne che cagionano la comparsa di malattie tumorali e formazione di metastasi.

Le fragole inoltre contengono antiossidanti in grado di contrastare la comparsa dei radicali liberi e neutralizzare l’effetto negativo che possono avere sulle cellule dell’organismo umano

  1. Contrastano il processo di invecchiamento epiteliale

Il consumo regolare di vitamina C favorisce la produzione di collagene, sostanza che aiuta a migliorare l’elasticità della pelle ritardandone l’invecchiamento.

I ricercatori della Hallym University hanno evidenziato che l’acido ellagico, l’acido ascorbico e gli oligominerali consentono alla pelle di proteggersi contro i raggi UV.

  1. Riduzione dei livelli di colesterolo cattivo

Secondo autorevoli studi scientifici condotti dai ricercatori della Fondazione canadese Heart and Stroke, le malattie cardiovascolari sono una delle principali cause di morte nel mondo, soprattutto tra le donne.

L’acido ellagico ed i flavonoidi contenuti nelle fragole contribuiscono ad abbassare i livelli di colesterolo cattivo ed a proteggere il cuore.

  1. Riducono le infiammazioni

Gli antiossidanti e le sostanze fitochimiche possono anche aiutare a ridurre le infiammazioni alle articolazioni, come artriti, dolori muscolari e reumatismi.

Per questo in cosmetica molto apprezzate sono le creme e le pomate a base di polpa di fragole che aiutano a lenire i dolori e i crampi alla struttura muscolo-scheletrica.

  1. Regolarizzano la pressione sanguigna

Le fragole sono una fonte preziosissima di potassio che aiuta a regolarizzare la pressione sanguigna, specie per chi consuma molto sodio.

  1. Facilitano una maggior assunzione di fibre alimentari

Le fragole aiutano l’organismo umano a facilitare l’assorbimento di fibre alimentari che permettono di migliorare la digestione, evitando la comparsa di patologie come costipazione e diverticolite, che colpiscono circa il 50% delle persone oltre i 60 anni.

Le fibre alimentari possono aiutare a combattere il diabete di tipo 2 e a conferire senso di sazietà, oltre a placare la fame nervosa.

  1. Aiutano a dimagrire e a restare in forma

Le fragole vantano un basso contenuto calorico (circa 28 kcal), non hanno grassi e sono povere di sodio e zucchero. Sono ottime ed ideali per chi vuole fare uno spuntino gustoso, salutare e senza avere timori di ingrassare.

  1. Contribuiscono a mantenere in salute il feto

Il folato aiuta le donne in gravidanza o quelle che sono desiderose di diventare mamme dato che questa vitamina B protegge il feto affinchè cresca sano ed in salute.

L’acido folico contenuto nelle fragole può aiutare a prevenire anche alcune malattie che comportano la deformazione del cervello e del midollo spinale.

Lascia un commento

Inserisci il tuo commento!
Inserisci il tuo nome qui