Olio essenziale di chiodi di garofano: proprietà, benefici ed usi

0

Gli usi e i benefici dell’olio essenziale di chiodi di garofano sono incredibilmente interessanti e molteplici per la salute dell’organismo umano.

Dal miglioramento della circolazione sanguigna alla prevenzione delle infiammazioni cutanee, dalla cura dell’acne al miglioramento della salute delle gengive e dei dolori odontoiatrici: ecco tutte le proprietà ascrivibili all’utilizzo dell’olio essenziale di chiodi di garofano.

Anche i principali produttori di dentifrici utilizzano come componente l’olio essenziale di chiodi di garofano per ridurre il dolore ed il gonfiore cagionato dal mal di denti.

Estratto dall’Eugenia Caryophillata, una specie erbacea della famiglia delle Mirtacee, l’olio essenziale ricavato dai chiodi di garofano vanta numerose proprietà antisettiche, antivirali, analgesiche e antispasmodiche.

In questa guida scopriamo quali sono i benefici, le proprietà e gli usi dell’olio essenziale ricavato dai chiodi di garofano.

Olio essenziale di chiodi di garofano: origini e habitat

Fin dall’antichità gli indigeni, abitanti in Indonesia e in Madagascar, raccoglievano i chiodi di garofano dall’arbusto tropicale sempreverde per preparare il famoso estratto che ancora oggi utilizziamo per scopi terapeutici e benefici.

Una volta raccolti i boccioli dal colore rosaceo devono essere lasciati all’aria ed esposti ali raggi solari affinché diventino di colore marrone.

Una volta essiccate le gemme vengono lasciate intere o macinate o trattate con il vapore per produrre l’omonimo olio essenziale ricco di proprietà benefiche.

L’habitat dove cresce l’arbusto da cui si ricavano i chiodi di garofano è principalmente l’isola di Zanzibar (nella Tanzania) che vanta il primato di essere il maggiore produttore mondiale. Altri grandi produttori sono l’Indonesia ed il Madagascar.

A differenza della maggior parte delle altre spezie, i chiodi di garofano possono essere coltivati durante tutto l’anno: ciò comporta notevoli vantaggi economici e salutistici per le popolazioni autoctone.

I chiodi di garofano sono costituiti dal 14 al 20% da olio essenziale, il cui principale componente è l’eugenolo, a cui si deve il forte odore aromatico dell’olio di chiodo di garofano.

Oltre ai suoi usi medicali e odontoiatrici (soprattutto per la cura gengivale e del cavo orale), l’eugenolo è utilizzato dalle case farmaceutiche per produrre collutori e profumi.

Benefici e usi dell’olio essenziale di chiodi di garofano

I benefici per la salute derivante dall’utilizzo dell’olio essenziale di chiodi di garofano sono veramente variegati e vanno dalla cura del fegato alla cura della pelle e del cavo orale oltre che delle gengive.

Ecco alcuni dei più comuni usi e benefici dell’olio essenziale dei chiodi di garofano:

Salute della pelle e cura dell’acne

La ricerca scientifica ha dimostrato la capacità dell’olio essenziale di chiodi di garofano di contrastare le infezioni derivanti dal batterio Staphylococcus aureus, uno dei principali responsabili della comparsa dell’acne cutanea.

Come validissimo rimedio naturale per eliminare l’acne cutanea, occorre applicare sul viso 3 gocce di olio essenziale di chiodi di garofano con 2 cucchiaini di miele crudo.

Lasciare in posa per dieci minuti e massaggiare nelle zone maggiormente colpite dall’acne, sciacquare con acqua bollente.

Combatte la Candida

Uno degli usi più interessanti dell’olio essenziale di chiodi di garofano è quello volto a combattere la candida che nella maggior parte dei casi compare per l’errato stile di vita alimentare e per la dieta a base di acidi e zuccheri.

Sulla rivista Oral Microbiology & Immunology è stato pubblicato un interessantissimo studio dato che l’olio essenziale di chiodo di garofano viene utilizzato nella cura e nei trattamenti antifungini.

Parimenti alla nistatina, un farmaco comunemente prescritto per combattere il mughetto, i chiodi di garofano sono maggiormente prediletti per la cura delle infezioni tra cui la candida.

Oltre a combattere la candida, l’olio essenziale di chiodi di garofano è efficace per prevenire e combattere le infezioni intestinali.

Per fare trattare la candida o per prevenire le infezioni parassitarie, è consigliato utilizzare come rimedio naturale l’olio di chiodi di garofano per due settimane.

Occorre associare anche il consumo di probiotici e di cereali integrali per velocizzare la guarigione.

Curare il mal di denti

Uno degli usi più conosciuti dell’olio di chiodi di garofano è quello relativo alla cura del mal di denti: si pensi che già dal 1640 era una pratica comune utilizzare l’estratto dai chiodi di garofano per prevenire e combattere il dolore alle gengive.

Oggi, il chiodo di garofano è ampiamente utilizzato come soluzione per combattere la secchezza delle fauci, per alleviare il dolore e per combattere i disturbi dentali.

Il Journal of Dentistry ha pubblicato uno studio nel 2006 validando la tesi che l’olio essenziale di chiodi di garofano ha lo stesso effetto anestetizzante della benzocaina.

L’olio di chiodi di garofano consente di contrastare l’insorgenza di carie dentale e riduce la decalcificazione dentaria. Ecco perché sempre più spesso le aziende farmaceutiche utilizzano i chiodi di garofano come ingrediente per produrre dentifrici.

Alto contenuto di antiossidanti

I chiodi di garofano contengono un quantitativo di antiossidanti di 30 volte superiore rispetto a quello contenuto nei mirtilli.

La ricerca scientifica ha dimostrato che gli antiossidanti contenuti nell’olio essenziale rallentano l’invecchiamento, combattono la degenerazione cellulare e proteggono il corpo dal rischio di batteri e germi.

Combatte l’ulcera e facilita la digestione

L’olio essenziale di chiodi di garofano consente il trattamento dei disturbi al sistema digerente tra cui l’indigestione, la cinetosi, il gonfiore addominale e la flatulenza.

Numerosi studi e ricerche scientifiche hanno dimostrato che l’olio di chiodi di garofano può contrastare la formazione di ulcere del sistema digerente, grazie alle sue preziosissime proprietà gastro-protettive ed anti-ulcera.

L’olio di chiodi di garofano migliora la secrezione di succo gastrico, che protegge il rivestimento del tubo digerente e previene la comparsa di gastrite ed ulcera.

Potente antibatterico

L’olio di chiodo di garofano è un potente antibatterico: uno studio condotto dai ricercatori dell’Università di Buenos Aires hanno dimostrato che contrasta la comparsa dell’E. coli, dello Staph aureus e del Pseudomonas aeruginosa, che causa la polmonite.

Rinforza il sistema immunitario

L’olio essenziale dei chiodi di garofano vanta potenti capacità antibatteriche e antivirali, aiuta a rafforzare il sistema immunitario ed a combattere il raffreddore e l’influenza.

È particolarmente indicato come rimedio naturale per proteggersi dalle malattie, specie durante la stagione invernale.

Antinfiammatorio ed azione protettiva del fegato

Il Journal of Immunotoxicology ha dimostrato che l’eugenolo contenuto nell’olio di chiodi di garofano è un potente anti-infiammatorio in grado di proteggere il fegato dalle malattie.

L’eugenolo grazie alla sua azione antiossidante previene la perossidazione lipidica ed esercita un’azione neuroprotettiva, antimutagenica e antitrombotica.

Controindicazioni dell’olio di chiodi di garofano

L’alto concentrato di fenoli può comportare effetti irritanti per la salute dell’epidermide e delle mucose.

Si sconsiglia l’utilizzo di olio essenziale di chiodi di garofano in caso di comparsa di dermatiti, infiammazioni gastriche ed intestinali. Da evitare durante la gravidanza e l’allattamento.

Lascia un commento

Inserisci il tuo commento!
Inserisci il tuo nome qui