Test Anti Tireoperossidasi cos’è, come si svolge e perché importante

Cos’è test anti Tireoperossidasi? Come si svolge test anti Tireoperossidasi? Perché test anti Tireoperossidasi è importante?

Prima di rispondere a queste domande, vediamo nel concreto cos’è la tiroide. Si tratta di una piccola ghiandola endocrina, che ha una forma che rievoca quella di una farfalla. E’ posizionata nella parte anteriore del collo ed è formata da 2 lobi, uno a destra e uno a sinistra. I quali sono collegati fra loro una sorta di ponte, chiamato istmo.

Il peso raggiunto in età adulta è di massimo una ventina di grammi. La tiroide può essere palpata toccandosi le cartilagini presenti nella faccia anteriore del collo e contemporaneamente deglutendo.

La tiroide produce 2 tipi di ormoni:
 quelli tiroidei T3 (detti anche triiodiotironina) e quelli T4 o tiroxina, e
la calcitonina. 
I primi prodotti da cellule tiroidee follicolari, i secondi dalle cellule C o parafollicolari, all’esterno dei follicoli.

Il compito della tiroide è quello di controllare molte funzioni del nostro organismo: respirazione, battito cardiaco, temperatura corporea, sviluppo del sistema nervoso centrale, la crescita del corpo.

Inoltre, mediante la calcitonina, controlla il livello di calcio nel sangue. Il cui basso livello può produrre spasmi muscolari o malfunzionamenti nell’attività elettrica del cuore.

Gli ormoni della tiroidei sono prodotti tramite iodio, assunti tramite alimentazione, molto presente nelle acque delle zone marine. Gli esperti ritengono che lo iodio assunto dovrebbe essere pari a 150 microgrammi/giorno.

La tiroide produce i succitati T3 e T4 grazie allo stimolo ricevuto dall’ormone tireostimolante (TSH) prodotto dall’ipofisi. Si tratta di una ghiandola che si trova all’interno del cranio e controlla tutte le ghiandole dell’organismo.

Fatta questa rapida panoramica su cos’è la tiroide e le sue funzioni, vediamo cos’è l’Anti Tireoperossidasi, come si svolge e a cosa serve.

Test Anti Tireoperossidasi cos’è

Cos’è l’Anti Tireoperossidasi? Si tratta di un test che serve per contare gli anticorpi presenti nella tiroide. Quindi è un esame che serve per diagnosticare le malattie auto-immuni della tiroide.

Secondo le statistiche, risulta positivo in 9 persone su 10 nelle persone affette da morbo di Hashimoto. Mentre 8 su 10 in quelli affetti da morbo di Graves. Per le persone affette da ipotiroidismo ma senza sintomi, qualora risultasse positivo, ciò indica un fattore di rischio per lo sviluppo di altre patologie di questa ghiandola.

Qualora il test dell’Anti Tireoperossidasi risultasse negativo, vuol dire che gli anticorpi non sono presenti nella tiroide in quel determinato momento. Ciò significa che sono presenti patologie di natura non autoimmune. Infatti, una parte di persone affette malattie autoimmuni di questa ghiandola non possiede auto-anticorpi.

Qualora si ritenga che che essi possano sviluppare future patologie autoimmuni, l’esame sarà ripetuto.

In realtà, occorre anche dire che un aumento lieve o considerevole può essere scatenato da queste patologie:

  • Tumore alla tiroide
  • Diabete di tipo 1
  • Artrite reumatoide
  • Anemia perniciosa

Test Anti Tireoperossidasi, cosa sono anticorpi nella tiroide

Cosa sono gli anticorpi rilevati dal test degli anti tireoperossidasi? Si tratta di proteine prodotte dal nostro organismo. Sono rilasciate quando il nostro organismo è attaccato da infezioni e malattie. Pertanto, in base al batterio che abbiamo nell’organismo, agisce uno specifico anticorpo per risolverlo.

Gli anticorpi presenti nella tiroide, sono specifici per diversi componenti della tiroide stessa. I più importanti risultano essere:

  • Anti Tireoperossidasi
  • Anticorpi Anti Ricettori
  • Anticorpi Anti Tireoglobulina

Test Anti Tireoperossidasi a cosa serve

A cosa serve testi Anti Tireoperossidasi? Per rilevare una eventuale alta concentrazione di anticorpi, vuol dire che nel nostro organismo sono presenti malattie che coinvolgono solo la tiroide. Qualora nei risultati si evidenziano anticorpi tiroidei, essi sono indice di una patologia collegati a questa ghiandola.

Più sono concentrati, più c’è le possibilità che si sviluppino malattie nell’organo.

Quali rischi in gravidanza? Innanzitutto, è possibile che si verifichi ipertiroidismo o ipotiroidismo nel feto o nel neonato. Inoltre, si presentano altri rischi come aborto spontaneo, parto prematuro, fecondazione assistita senza alcun risultato, la preeclampsia (caratterizzata dalla presenza, singola o in associazione, di segni clinici quali: edema, proteinuria o ipertensione).

Test Anti Tireoperossidasi come si svolge?

Come si svolge il test Anti Tireoperossidasi? In modo alquanto semplice. Infatti, viene eseguito un semplice prelievo di sangue. Effettuato in genere al mattino. Potrebbe essere richiesto di farlo a digiuno.

Entro quando sono consegnati i risultati? Solitamente entro 2 giorni lavorativi.

Autrice di saggi e articoli, si occupa di fashion e make up.