Come fare una gita in famiglia: consigli utili

Fare una gita in famiglia è il modo migliore per passare una vacanza estiva insieme. Per i genitori, però, ci sono una serie di preoccupazioni. Cosa portare e cosa no? Quanti giorni? Dove andare? Ci sono strutture attrezzate per i più piccoli? Quanto spendere? Ecco, allora, qualche consiglio utile per far sì che fare una gita in famiglia non diventi un incubo per tutti.

Da dove cominciare

La prima cosa da fare è capire per quanti giorni si deve stare fuori. Da questo criterio si potrà capire:

  • Quanti ricambi portare.
  • Cosa avrà bisogno il bambino.
  • Se serve un cappellino.

A questo punto, sarà anche necessario avere qualcosa per le piogge improvvise. Un keeway leggero, degli ombrelli, qualcosa per ripararsi da una ventata fresca improvvisa sono sempre ben accetti. Se si vuole risparmiare un po’, e magari si vuole fare una gita in famiglia di un giorno nelle vicinanze, conviene portare il pranzo a sacco.

Il pranzo a sacco

La prima cosa da fare quando si parla di cibo è prendere qualche stuzzichino durante il viaggio. Il bambino può avere fame all’ultimo minuto. Meglio evitare le merendine, ma qualcosa di leggero che non tolga la fame a pranzo. Per esempio, della frutta fresca già preparata messa in un contenitore nella borsa termica, aiuterà sicuramente a “spezzare”.

Per il pranzo, meglio non portare roba pesante. Si possono preparare diversi panini risparmiando un po’ e magari sfruttando quello che c’è in casa con un po’ di anticipo. Se si ha fretta, si può comprare della focaccia all’ultimo minuto, prima della partenza. In ogni caso, i pranzi con tre portate sono da evitare, anche per non creare troppi rifiuti. Per le bevande: acqua, succhi di frutta, bibite sono l’ideale e ci sono anche le versioni ridotte da viaggio.

Gli indispensabili

Amuchina, antistaminici se qualcuno prende delle medicine specifiche, garze, qualcosa per medicare se qualcuno si dovesse fare un graffio. Il kit di emergenza sarà quindi l’ideale. Sempre portarsi dietro molta acqua, soprattutto in estate, quando si va a fare un picnic. La cosa importante è andare sempre in aree attrezzate, dove il bambino possa lavarsi le mani e andare in bagno se ha bisogno.

Consigli utili

Per le gite di qualche giorno, è bene scegliere un B&B, o una soluzione per famiglie. Così, i bambini pagheranno di meno. Il consiglio è di chiedere se i bambini entrano gratis solo se ci si trova nelle vicinanze dei parchi di divertimenti. Il B&B da risparmiare, ma è bene trovare una trattoria o un posto dove mangiare in quattro senza spendere una fortuna. Non conviene usare dei coupon, che possono non essere validi all’ultimo minuto.

Conviene, invece, cercare in zona con largo anticipo, dei locali che offrano anche un servizio su misura per i più piccoli. Fare una gita in famiglia è il miglior modo per creare dei ricordi e vivere una bella esperienza insieme. Le gite sono il modo ideale anche per vivere a contatto con la Natura.

I bambini amano giocare all’aperto e, con le giuste protezioni antirepellenti, si possono divertire e fare nuove amicizie sempre con l’occhio vigile dei genitori.

Copy su benessere e bellezza, fa della scrittura un'arte per te.