Preparare la pelle all’estate 2018!

Come preparare la pelle alla prossima abbronzatura dell’estate 2018? Ci sono consigli utili per donare alla pelle tutto quello che serve per splendere? Ecco qualche segreto.

Partire dall’alimentazione e dall’attività fisica

Sì, una corretta alimentazione e l’attività fisica non solo migliorano l’aspetto fisico in attesa della prova costume, ma sono l’anteprima di una splendida abbronzatura! La pelle, infatti, non sarà colpita subito dai raggi forti del sole, ma avrà già ottenuto un bel colorito prima di andare in spiaggia, grazie a una sessione di jogging mattiniera, o semplicemente sfruttando quegli sport che si possono fare all’aperto.

Dal punto di vista dell’alimentazione, invece, conviene scegliere meno la carne e concentrarsi su insalata e frutta di stagione. Anche se sta per arrivare, quindi ora è difficile da reperire, conviene scegliere il melone, oppure l’anguria, dove disponibile. Anche le banane e i kiwi sono ottima frutta per garantirsi una buona abbronzatura, oltre alle carote.

La verdura fresca non deve mancare mai sulla tavola, tutto l’anno e soprattutto in estate, quando il caldo consiglia di non appesantirsi per evitare congestioni e problemi allo stomaco. In più, si dovrebbero evitare alcolici e dolci, troppo pesanti e che possono portare a irritazioni all’intestino.

Aiutarsi con i nutrienti giusti

Per preparare la pelle all’estate 2018, conviene, dove non è controindicato, usare creme nutrienti, che abbiano possibilmente la vitamina E e il betacarotene. Di solito, si pensa che la vitamina C sia importantissima solo in inverno, perché rinforza il sistema immunitario. In realtà, il sistema immunitario va aiutato tutto l’anno e la vitamina C è un aiuto anche per la pelle, perché offre la base di partenza per la rigenerazione cellulare.

Questi elementi aiutano a non scottarsi, accanto a una crema solare a protezione 50. Una protezione inferiore non significa aiutare l’abbronzatura, ma avere la certezza matematica di scottarsi. Infine, un occhio alla salute con una soluzione anche per i più piccoli, che vanno protetti con un’adeguata soluzione spray.

Una maschera per la pelle: cosa usare

Prima della doccia, si può nutrire a fondo la pelle con dei elementi specifici. Questa soluzione andrà poi eliminata sotto la doccia. Per esempio, soluzioni con tè verde, olio di Argan e acido ialuronico, che si possono trovare anche in commercio, sono ideali per dare alla pelle quello di cui ha bisogno senza compromessi.

Fare la lampada aiuta prima di prendere il sole?

La lampada dall’estetista non incide sulla possibilità o meno di abbronzarsi al mare. C’è chi pensa di evitare di scottarsi facendo lampade graduali e, solo dopo, andando al mare. In realtà, molto dipende dal tipo di pelle e da come viene curata. Un consiglio utile è di non stare sotto al sole nelle ore di punta e di scegliere di stare poco per i primi tempi.

Successivamente, si potrà stare sotto al sole più a lungo, sempre sotto l’ombrellone e ricordandosi di stare molto in acqua. Infatti, il mare è un motore per l’abbronzatura. Proprio in questa fase si crea la vitamina D, in grado di regalare un’abbronzatura perfetta, ma anche di rendere le ossa più forti: provare per credere!

Copy su benessere e bellezza, fa della scrittura un'arte per te.