Asma e insonnia sono collegate: ecco come combatterle

0
asma e insonnia

Asma e insonnia sono spesso sorelle: ecco come combatterle in modo efficace per dormire e respirare bene, per svegliarti serena e in forma al mattino!

La ricerca

Il rapporto tra asma e insonnia è stato spiegato in due studi indipendenti. Il primo è stato condotto negli Stati Uniti e ha evidenziato come il 37% di chi soffre di asma soffra anche di insonnia.

Un secondo studio, questa volta in Norvegia, ha evidenziato che chi ha l’insonnia ha il triplo delle possibilità in più rispetto a una persona che riposa bene di soffrire anche di asma.

Per questo secondo studio, è stato necessario tenere 18mila pazienti in osservazione per 11 anni e i risultati sono stati pubblicati solo di recente su un’importante rivista scientifica europea.

Cosa fare per combattere asma e insonnia? Partiamo dall’insonnia.

Come combattere l’insonnia

L’insonnia è una malattia per cui si dorme poco e male. Ci si sveglia presto senza aver riposato, con conseguenze anche nel resto della giornata.

Un sintomo dell’insonnia è la stanchezza cronica, ma c’è anche l’irritabilità, gli sbalzi di umore e la difficoltà di concentrazione.

Il sistema nervoso resta attivo più del dovuto, quindi sia l’organismo che la mente ne risentono. L’insonnia passeggera si può combattere con le tisane.

Se i sintomi sono più evidenti, per curare asma e insonnia conviene cambiare abitudini: evita le bevande eccitanti (come il caffè), riposati subito dopo mangiato (mai dopo le 17) e mettiti a letto quando pensi davvero di non riuscire a stare in piedi.

Se ti svegli e non riesci a riprendere sonno, conviene mettersi giù dal letto e fare attività rilassanti.

Come combattere l’asma

Per combattere l’asma, non basta curare solo l’insonnia. Se, durante la notte, hai una tosse persistente e senti di non riuscire a respirare bene, inizia con un cerotto naturale senza farmaci per il naso.

Se noti che l’asma aumenta, è il caso di chiamare un medico, per scoprire se c’è qualcosa che ti fa allergia, oppure se è il caso di utilizzare uno spray.

Purtroppo, l’asma si può solo monitorare e, in alcuni pazienti, non passa mai. La buona notizia, però, è che l’asma si può tenere a bada.

Quando chiedere il parere del medico

Il parere medico, quando si tratta di asma e insonnia, va richiesto subito. L’insonnia passeggera dura un giorno al massimo, ma già da quello successivo, se i sintomi persistono, si deve andare dal medico.

Per quanto riguarda l’asma, invece, chi è soggetto sa che ci sono dei periodi più difficili da affrontare, quindi dovrebbe fare anche un controllo preventivo.

In ogni caso, visto che le ricerche hanno dimostrato il nesso tra asma e insonnia, puoi combatterle insieme per ritrovare il tuo benessere.

Ritrova il tuo benessere

Come sempre, uno stile di vita senza stress aiuta a combattere asma e insonnia. Praticare attività sportiva prima delle 17 e fare attenzione a evitare anche le bevande alcoliche ti aiuterà a riscoprire il piacere di dormire.

Ricorda che, nei casi più gravi, solo il medico può prescrivere farmaci e non ti devi affidare al fai da te per nessun motivo.

Lascia un commento

Inserisci il tuo commento!
Inserisci il tuo nome qui